ronin.

oh, sì sta andando bene, arrivano le prenotazioni e la gente va via tanto contenta. stavo pensando che potrei anche aggiungere una pagina qui sul sito per pubblicarci i commenti che mi lasciano gli ospiti su airbnb e booking. non so, non vorrei fare troppo il vantone, però quasi quasi lo faccio. poi, un’altra cosa, in questa fase del comincio va da sè che ogni volta che incontro qualcuno, amici, conoscenti, salta un po’ fuori l’argomento. e tutti, davvero tutti, quel che mi chiedono è ma come diavolo fai da solo a stare dietro a tutto? ai servizi fotografici, agli ospiti, pulire, far la colazione, senza nessuno che ti dà una mano? ecco devo dire, ce la faccio. che sono abituato a correre come un matto. fotografo postproduco rispondo alle email mando fatture pulisco lavo stiro preparo spreparo tengo in ordine falcio il prato mangio dormo. anche stirare? oh, sì. certo se mi vede una persona che sa stirare si mette a ridere fino a domani ma stiro, anche. ecco, una cosa che mi sta mandando ai matti, farla da solo, piegare le lenzuola con gli angoli. è una rottura di maroni che non si può descrivere. solo, poi, ho pensato, siamo nel 2019, tutti emancipati, c’è la modernità che viene in aiuto, sono andato in cerca e ho trovato il tutorial. dice che è un metodo giapponese.

oh yes it is going well, reservations are coming and people are leaving from here so happy. I was thinking that I could also add a page on this website to publish the comments that guests leave on airbnb and booking. I don’t know, I don’t want to sound like one that boasts, but maybe it’s worth doing it.
then, another thing, in this phase of the beginning it goes that every time I meet someone, friends, people i relate to, it always happens to talk about this thing. and everyone, really everyone, what they ask me is: how the hell do you do to keep up with everything all alone? to do the photo shoots, to host the guests, to clean, to prepare breakfast, without anyone who gives you a hand? here I must say, I can do it. I’m used to running like crazy. I work as a photographer I answer emails I send invoices I clean I iron the sheets I prepare I mow the lawn I eat and sleep. even ironing? Oh yes. sure if a person who really knows how to iron sees me, he gets to laugh until tomorrow but I iron, too. here, something that is driving me crazy, doing it myself, it’s folding the sheets with the corners. it is a nuts breaking that cannot be described. but, I thought, we are in 2019, all emancipated, there is the modernity that comes in help, I went looking and found the tutorial.
it says it’s a Japanese method.
 

Pubblicità

FASK

negli ultimi anni, ma non negli ultimi due che son stato impegnato col restaurare casa ed ero preso più dalle pietre che dalla tastiera del computer, ho sempre avuto un blog e se siete curiosi ci potete andare cliccando qui. quindi sono già abbastanza pratico del mischiare l’attività professionale coi fatti miei. 
qui scriverò, spero, di tante cose che forse non sempre avranno direttamente a che fare col b&b.
e ci vorrà del tempo, anche, perchè mi venga bene. me ne rendo conto ora che sto scrivendo proprio male. credo che sia come il motore di una macchina che è stato spento per tre anni e ora attaccandogli una batteria coi cavi è ripartito, ma ci vorrà un po’ prima che riprenda i suoi bei giri regolari.
comunque.
chi mi conosce sa che son sempre stato un mezzo musicista, e anche questa cosa insieme alla scrittura è andata un po’ a quel paese, che a forza di spaccare muri le mie mani non sono più le stesse, suonare la chitarra già non ero un fenomeno prima, ora dopo il restauro le dita non sono più capaci di fare quello che vorrei. ma la musica in questa casa non manca mai e infatti gli ospiti li accolgo con lo stereo acceso. 
spero di riuscire a farlo sempre, anche quando il b&b avrà ingranato come si deve e avrò costantemente ospiti in giro per casa e tutto sarà diventato un mestiere più che una passione. per adesso il giochino è quello di indovinare al volo l’umore e i gusti di chi arriva. coi primi ospiti, quelli che arrivavano dalla polonia, count basie, basie jam 2. ci ho preso. poi sabato sono arrivati quattro ragazzi russi, giovani. anche con loro una serata bellissima e interessante siam rimasti a chiacchierare fino alle due del mattino, ho iniziato coi lamb e poi i mum e via così. andrei ad un certo punto ha detto tushio your playlist is very cool! 
questa mattina mi son svegliato con in testa un pezzo dei fast animals and slow kids, che stanno per buttare fuori il disco nuovo. oggi non ho ospiti in arrivo, anche se non si può mai dire visto che le prenotazioni arrivano anche per il giorno stesso, intanto li ascolto io.

during the last ten years, but not in the last two that I have been busy with restoring my home and I was taken more by the stones than by the computer keyboard, I have always had a blog and if you are curious you can visit http://www.sposilove.com
so I am already practical in mixing professional activity with my own mood. here I will write, I hope, of many things that may not always directly have to do with the b&b.
and it will take time, too, for me to write decently. I realize now that I’m writing really badly (writing in italian, so the english translation could be even worse!). I think it is like a car engine that has been shut down for three years and now connecting it with a new battery with cables it has started up again, but it will take a while before it resumes its fine regular laps.
anyway.
those who know me know that I have always been a half-musician, and even this thing, together with writing, went a little lost, which by dint of breaking walls my hands are no longer the same, playing the guitar I was not a phenomenon before, now after the restoration the fingers are no longer able to do what I would like. but the music in this house never fails and I always welcome my guests with the stereo turned on.
I hope to be able to do it always, even when I will constantly have guests around in the house and everything will have become a profession rather than a passion. for now the game is to guess the mood and tastes of those arriving. with the first guests, those who came from Poland, count basie, basie jam 2. I got them. then on Saturday four young Russian guys arrived. even with them a beautiful and interesting evening we stayed talking until two in the morning, I started with lamb and then mum and so on. Andrei at some point said tushio your playlist is very cool!
this morning I woke up with a song of fast animals and slow kids on my mind, that are releasing the new record. today I have no incoming guests, even if you can never tell because the reservations arrive even for the same day, in the meantime I listen to them by myself.

prima o poi doveva pur succedere.

non è che ogni volta che ospiterò qualcuno nel b&b ve lo verrò a raccontare, ma stasera è la prima volta che mi arriva gente. inaspettata, tra l’altro. ho già delle prenotazioni, ma sono verso fine mese e io intanto tutto tranquillo stavo qua a preparare le robe con calma. solo che ieri sera mentre stavo sistemando delle foto da consegnare mi è arrivata una prenotazione per oggi. e allora, niente, cosa vuoi fare, è da questa mattina alle sei che taglio erba preparo letti pulisco camere e bagni e cucina e preparo per la colazione biologica di domani mattina, un delirio che non si può immaginare. bello. tra un po’ arrivano gli ospiti e tutta questa faccenda, che fino a ieri era solo un tra un po’ si comincia, comincia davvero.

it is not that every time I host someone in the b&b I will come to tell you about it, but tonight is the first time that people arrive. unexpected, i’ve to tell. I already have reservations, but they are planned for the end of this month and in the meantime I was quietly sitting here preparing things quietly. but last night, while I was photoshopping photos to be delivered to my clients, I received a reservation for today. and so, it is from this morning at six that I cut grass prepare beds clean rooms and bathrooms and kitchen and prepare for tomorrow’s organic breakfast, a delirium that cannot be imagined. beautiful. the guests will arrive in a little while, and this whole thing, which until yesterday was only a thing going to begin, really begins.

si comincia!

Si apre un altro capitolo dell’avventura nella casa in Carlonga. Posso finalmente cominciare l’attività di B&B.
Ed è solo l’inizio, perchè di cose da fare e da realizzare in questa casa ce ne sono tantissime. In questa sezione del sito cercherò di spiegare un po’ alla volta cosa sto facendo e dove voglio arrivare.
Il blog sarà anche uno spazio dove condividere tutto quello che sto imparando sull’agricoltura, sulla trasformazione dei prodotti e su tutte le attività interessanti sul territorio.

Another chapter of the adventure in the house in Carlonga opens. I can finally start the B&B business. And it’s just the beginning, because there are so many things to do in this house. In this section of the site I will try to explain what I am doing and where I want to go. The blog will also be a space where I can share everything I am learning about agriculture, about the transformation of products and about all the interesting activities in the area.

SONY DSC