la Pasta più buona del MONDO

The best pasta in the world
(Scroll down for the english translation)

Cosa vi serve
Pasta, cipolla, piselli, tonno in scatola, olio, noce moscata, vino rosso.
Introduzione
Ci sono milioni di modi per condire la pasta, lo sappiamo tutti, ma questo nello specifico è in assoluto il mio preferito. Questa ricetta non è una cosa che mi sono inventato io, è invece parte della mia tradizione familiare. C’è solo un piccolo problema al riguardo, ed è che storicamente io ho sempre pensato, ero proprio convinto, che fosse una cosa inventata da mio padre nel suo periodo universitario. Non so perché avevo questa convinzione, era comunque una cosa che dava un valore aggiunto a questa pasta. Sta di fatto che qualche tempo fa ne stavo parlando coi miei, ed è saltato fuori che invece questa era una di quelle ricette che avevano trovato un giorno stampata sulla confezione di una pasta comprata al supermercato. Avete presente quando siete lì con un pacco di pasta in mano e da qualche parte sulla confezione vi mettono una ricetta a caso? Quando ho scoperto la vera origine della pasta più buona del mondo ci son rimasto un po’ male, ma pazienza la vita è fatta anche di belle storie rovinate. Ad ogni modo, le cose belle e buone tante volte hanno origini oscure e inaspettate, e lo stesso può valere per i loro ingredienti. E infatti in questo caso non dovrete andare in giro i cerca di cose esoteriche e dalla qualità sopraffina, serve roba normalissima del supermercato.
Preparazione
Allora, io non sono uno di quelli che ci tengono particolarmente al formato di pasta, in genere uno vale l’altro. Ma in questo caso specifico servono le farfalle. Non le avevo già belle e pronte comprate quindi per l’occasione me le son fatte in casa. La pasta fatta in casa magari la affrontiamo nello specifico un’altra volta, voi procuratevi semplicemente della pasta fatta a farfalle.
Prendete della cipolla e tagliatela in maniera grossolana, non serve assolutamente un trito fino fino, lasciatela grossetta. Avevo in casa dello scalogno e ho fatto con quello, va benissimo lo scalogno, la cipolla bianca o quella rossa. Mettete in padella con una quantità generosa di olio di oliva e aggiungete i piselli e un pizzico di sale. Ho detto che va bene roba normalissima del supermercato, ma lo stesso state lontanissimi dai piselli in scatola che sono immangiabili. Si usano i piselli surgelati buoni delle marche più famose.
Fate andare a fuoco medio per far sì che si rosoli la cipolla e che si cuociano i piselli, e intanto mettete su l’acqua per la pasta.
Quando cipolla e piselli saranno cotti aggiungete un scatoletta di tonno sott’olio, sempre roba normalissima da supermercato, purché sia roba buona. Ovviamente prima di metterlo in padella scolate l’olio della scatoletta. Aggiungete un bel bicchiere di vino rosso (rosso, no bianco, questo dettaglio è molto importante) e che sia un normalissimo vino rosso da tavola. Mentre il vino sfiamma date una bella grattata abbondante di noce moscata e lasciate sfumare ma senza far asciugare troppo il sugo. Scolate la pasta, mettetela nella padella con un pochino di acqua di cottura e ultimate la cottura con il condimento.

What you need
Pasta, onion, peas, canned tuna, oil, nutmeg, red wine
Introduction
There are millions of ways to season pasta, we all know, but this one in particular is my absolute favourite. This recipe is not something I invented, it is instead part of my family tradition. There’s only one small issue about it: I’ve always thought, I was really convinced, that it was something my father invented during his university days. I don’t know why I had this conviction, it was still something that gave added value to this pasta. The fact is that some time ago I was talking about it with my parents, and it turned out that instead this was just a recipe they had found one day printed on the packaging of a pasta bought at the supermarket. You know when you’re there with a pack of pasta in your hand and somewhere on the package they give you a random recipe? When I discovered the true origin of the best pasta in the world, I was a little disappointed, but never mind, life is also made up of beautiful stories ruined. In any case, beautiful and good things often have very obscure and unexpected origins, and the same can be true for their ingredients. In fact in this case you won’t have to go around looking for esoteric things with a superfine quality, you need very normal stuff from the supermarket.
Preparation
So, I’m not one of those who are particularly fond of pasta shapes, generally one is as good as the other. But in this specific case, butterflies are needed. Well, we call them butterflies, but somewhere else in the world they call them bow ties. I didn’t already have them ready and bought so for the occasion I made them at home. Maybe we’ll deal another time with homemade pasta specifically, you simply have to get some butterfly pasta.
Take some onion and chop it coarsely, you don’t absolutely need to finely chop it, leave it coarse. I had shallots at home and I did with that, shallots, white onion or red onion are perfectly fine. Put in a pan with a generous amount of olive oil and add the peas and a pinch of salt. I said normal supermarket stuff is fine, but still stay away from canned peas which are inedible. Good frozen fresh peas of the most famous brands are ok.
Bring to medium heat the pan to brown the onion and cook the peas, meanwhile put the pot of water on the stove for the pasta.
When the onion and peas are cooked, add a can of tuna in oil, always normal supermarket stuff, as long as it’s good stuff. Obviously, before putting it in the pan, drain the tuna oil from the can. Add a good glass of red wine (red, not white, this detail is very important), just a normal red wine, no noble and expensive aged wine is needed. While the wine evaporates, give a generous grating of nutmeg and let the wine evaporate but without letting the sauce dry too much. Drain the pasta, put it in the pan with a very little cooking water and finish cooking with the sauce.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: