IL PESTO NERO!

The black pesto!
(Scroll down for the english translation)

Cosa vi serve
Delle foglie di cavolo nero, formaggio stagionato grattugiato, noci, aglio, olio, sale, pepe.
Introduzione
Intanto bisogna che ci mettiam d’accordo sull’ingrediente principale, che qui si chiama cavolo nero, ma in giro per l’Italia lo chiamano anche cavolo laciniato, cavolo penna, cavolo palmetto, dovrò fare un po’ di ricerca che capire come lo chiamano all’estero, voi comunque guardate le foto qui sotto e cercate di capire come lo chiamano dalle vostre parti. E poi, niente, cosa volete che vi dica, è un pesto. Se riuscite ad uscire dall’idea che il pesto sia solo quello genovese col basilico, le possibilità per fare pesti alternativi sono infinite. Ad esser fighi sarebbe bello procurarsi pestello e mortaio, dovrei averne alcuni in ottone antichi a Bergamo a casa dei miei, vedrò se riesco a portarmene via uno, sapete che mi piace essere vintage, nel frattempo lo facciamo con il robot da cucina.
Preparazione
Prendete le foglie di cavolo nero e tirate via la parte dura del gambo che non ci serve. Se siete astuti mettete lo scarto in freezer insieme a tutti gli altri scarti delle vostre verdure che prima o poi vi spiego come si fa il dado da cucina fatto in casa. Mettete le foglie in acqua bollente salata per cinque minuti poi scolatele bene. Nel frattempo sgusciate le noci, sbucciate uno spicchio d’aglio e grattugiate del formaggio stagionato. Se siete persone poco curiose usate il solito parmigiano, oppure qualsiasi formaggio stagionato piò essere interessante. anche del pecorino, per dire. Mettete tutto nel mixer con abbondante olio d’oliva. Aggiustate di sale, pepe, olio piccante, peperoncino, paprika, quello che vi pare, e il pesto nero sarà pronto per condire la pasta. Se ne avete fatto troppo, quello che avanza mettetelo a congelare. Vi insegno un trucco: bicchieri di plastica sono ottimi contenitori per congelare una dose di qualsiasi sugo avanzato che andrà poi bene per fare una pasta per due persone.

What you need
Some black cabbage leaves, grated aged cheese, walnuts, garlic, oil, salt, pepper.
Introduction
First of all, we need to agree on the main ingredient name, which is called black cabbage in my area, but around Italy they also call it laciniato cabbage, penna cabbage, palmetto cabbage. After some web research, it seems that a good english translation should be curly cabbage. However, look at the photos above and try to understand how you call it in your country. And then, what else can I tell more than this? It’s a pesto. If you can get away from the idea that pesto is only the original Genoese pesto with basil, the possibilities for making alternative pestos are endless. To be very cool, it would be nice to get a pestle and mortar, I should have some antique brass ones in Bergamo at my parents’ house, I’ll see if I can take one away, you know I love being vintage. In the meantime let’s do the pesto with the kitchen robot.
Preparation
Take the black cabbage leaves and cut off the hard part of the stems, we don’t need them. If you’re smart, put the waste in the freezer along with all the other waste from your vegetables and sooner or later I’ll explain how to make the homemade stock cube. Put the leaves in boiling salted water for five minutes then drain them. In the meantime, shell the walnuts, peel a clove of garlic and grate some aged cheese. If you are not very curious people, use the usual Parmesan, otherwise any aged cheese can be interesting. Put everything in the mixer with lots of olive oil. Add some salt, pepper, paprika, whatever you like, and the black pesto will be ready to season your pasta. If you’ve made too much of it, freeze what’s left over.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: